News
SIEROLOGICO: il test che misura il livello degli anticorpi Covid in guariti e vaccinati

29 marzo 2021

SIEROLOGICO: il test che misura il livello degli anticorpi Covid in guariti e vaccinati

L'intervista del Messaggero Veneto alla dottoressa Elisa D'Agnolo

Al Policlinico Città di Udine è disponibile il test sierologico che, attraverso un prelievo di sangue, indica se l’organismo ha sviluppato gli anticorpi contro il virus Sars-CoV2 ad almeno una settimana dalla vaccinazione e dopo l’infezione.

«Dopo la vaccinazione – spiega la dottoressa Elisa D’Agnolo, responsabile del servizio di Medicina di laboratorio del policlinico Città di Udine – l’esame stabilisce se l’organismo ha prodotto un numero di anticorpi sufficiente a proteggere dall’infezione, o perlomeno dai suoi effetti più pesanti e pericolosi». Il valore considerato sufficiente è 0,8 unità arbitrarie per millilitro di sangue.

«Finora – continua la responsabile del servizio di Medicina di laboratorio –, il test è stato effettuato soprattutto sui pazienti vaccinati con Pfizer, il vaccino a mRNA, con una casistica che ha dato quasi sempre un valore superiore alle 250 unità per millilitro, in linea con le aspettative». Il test, però, ha anche un’altra finalità, ovvero, aggiunge D’Agnolo, «quella di “misurare” se e quanti anticorpi ha prodotto il paziente che ha contratto il Covid-19. Questa informazione è utile ai fini della programmazione della vaccinazione. Le linee guida indicano che almeno una prima somministrazione va fatta anche in chi si è infettato».

In effetti il Ministero della salute e l’Istituto superiore di sanità (Iss) raccomandano di fare un’unica dose da tre a sei mesi dopo la negativizzazione.
Nelle ultime settimane, «molte persone che hanno avuto il Covid e alle quali è già stata somministrata la prima dose di vaccino, si sottopongono al test per decidere se il paziente debba o meno essere sottoposto al richiamo, ed eventualmente con che tempistiche» conclude D’Agnolo nel precisare che «gli anticorpi prodotti a seguito di inoculazione di vaccino mRNA, come Pfizer, sono tutti di tipo anti spike, cioè specifici contro le proteine spike che coprono la capsula del virus rendendola simile a una corona, mentre gli anticorpi prodotti da immunizzazione naturale o da vaccini di tipo più tradizionale comprendono anche gli anticorpi contro la proteina Spike, ma sono anche di altro tipo».

La responsabile del laboratorio ricorda infine «che non è sempre detto che chi ha contratto il virus sviluppi anticorpi specifici, visto che il sistema immunitario non utilizza solo tali particelle per difenderci dai vari patogeni con cui veniamo in contatto».

L’accesso al test è libero, non è richiesta la prenotazione ed è possibile effettuare la pre accettazione come per tutti gli esami svolti in privato: il referto è disponibile online nel pomeriggio. Costa 30 euro.

Al momento il test non rientra nella pratica clinica, lo chiariscono l’Iss e il ministero della salute: «La valutazione e il monitoraggio del titolo anticorpale dopo la vaccinazione non è indicato nella pratica clinica se non nell’ambito di studi scientifici ed epidemiologici» si legge nel report dedicato alle misure di prevenzione e controllo dell’infezione da Sars-CoV2.

Il report è oggetto di analisi e confronto tra gli studiosi. «Alla luce dell’uso di vaccini con meccanismi d’azione diversi, della circolazione di varianti virali e dell’assenza di un correlato di protezione immunologico standardizzato – recita ancora il documento –, non ci sono indicazioni che nelle pratiche di assistenza sanitaria sia utile la valutazione e il monitoraggio degli anticorpi diretti contro la proteina spike (S)».

ARTICOLO DI GIACOMINA PELLIZZARI - MESSAGGERO VENETO 29.03.2021


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto